Bocciato l’o.d.g. di Proborgo per far tornare libero e gratuito il parcheggio Esselunga

I problemi dell’area ospedale e le fantasiose risposte del sindaco Bossi.

Il Consiglio Comunale con delibera n.39 del 26 settembre 2016 (sindaco Anna Tinivella, vicesindaco Sergio Bossi) ha di fatto venduto a Esselunga s.p.a  terreni che non hanno perso la loro funzione pubblica e ha privatizzato la gestione del parcheggio antistante il supermercato, sinora libero e gratuito.

La sosta è gratuita solo per i clienti, le tariffe sono superiori a quelle in vigore nel resto della città.

È evidente il danno ai cittadini. Sono penalizzati soprattutto coloro che devono recarsi nel vicino ospedale per analisi, ricoveri, lavoro. In un’area così cruciale per la mobilità, l’amministrazione ha privilegiato l’interesse privato di un grande supermercato rispetto ai bisogni  dei propri cittadini e del proprio ospedale.

Ognuno può verificare la congestione dei parcheggi della zona, a cominciare da piazza Salvo d’Acquisto, e le file lunghissime di auto nelle vie adiacenti.

04

Inoltre, basta che ci siano tre auto in attesa che si alzi la sbarra del parcheggio e ci sono ingorghi presso la rotatoria tra Corso Sempione e Viale Kennedy.

Il 5 febbraio 2018 PROBORGO ha presentato in Consiglio Comunale un O.D.G. con oggetto l’annullamento e la revoca della privatizzazione del parcheggio.

Molti i punti critici evidenziati:

  • il canone convenuto forfettariamente (45.000 €) per la concessione non risulta supportato da alcuna valutazione tecnico-economica;
  • la privatizzazione del parcheggio è avvenuta senza gara, quindi con modalità contrarie al codice dei contratti pubblici;
  • sussistono forti dubbi sulla legittimità di procedere con un soggetto che ha tra i propri scopi il commercio e non la gestione di parcheggi pubblici;
  • si configura l’ipotesi di illegittimità della sdemanializzazione in violazione della legge che la consente soltanto in relazione al venir meno della funzione pubblica del bene.

Quanto conviene questa decisione alle tasche dei cittadini? Conti alla mano, il parcheggio “pubblico” Esselunga prevedeva 247 posti auto. Con la soppressione del parcheggio gratuito, Esselunga verserà al Comune 45.000 € all’anno per 9 anni. Il parcheggio dell’Area Tarditi ha solo 90 posti auto ed è costato 450.000 € in lavori, che equivalgono a 5.000 € per posto macchina.
Se volessimo costruire un nuovo parcheggio di 247 posti auto per sopperire alla soppressione dei parcheggi gratuiti di Esselunga, con 5.000€ per posto macchina ci costerebbe in lavori 1.235.000 €.
Con 45.000€ all’anno che ci vengono da Esselunga finiremmo di pagarlo fra 27 anni.
Resta però da trovare un’area adatta, che probabilmente non esiste. Se anche la trovassimo potrebbe forse costarci come l’area Tarditi, cioè 1.700.000 €.
E pensare che avevamo 247 parcheggi già bell’e pronti a costo zero ….

Dove sono i principi di economicità, trasparenza ed efficacia che devono ispirare l’agire della pubblica amministrazione e che avevano grande rilevanza nel programma elettorale del sindaco Bossi?

Per tutte queste ragioni PROBORGO ha chiesto al Consiglio comunale di procedere all’annullamento in autotutela, ai sensi della legge n.241 del 1990, del provvedimento della precedente amministrazione.

La maggioranza ha respinto l’O.D.G. di PROBORGO riconfermando all’unanimità la delibera di privatizzazione del parcheggio Esselunga.

Il sindaco Bossi con una risposta affrettata ci ha comunicato che:

  • la Polizia municipale sta monitorando i problemi relativi al traffico presso la rotatoria (allora i problemi ci sono!)
  • l’amministrazione sta trattando con Esselunga di portare la sosta gratuita per i clienti a 2 ore, invece di 90 minuti

E chi cliente non è o non vuole esserlo?

Molto semplice, ci suggerisce il sindaco Bossi: prima di ritirare l’auto, basta entrare al centro commerciale e bere un caffè o comprare qualcosa, così il parcheggio diventa gratuito.

Ma l’Amministrazione di Borgomanero si occupa di bene comune, di mobilità sostenibile, di sostegno e promozione dell’Ospedale della città o degli interessi di un potente centro commerciale?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: