Ma allora, cosa facciamo con i corsi?

La questione più dibattuta dai Borgomaneresi affrontata da ProBorgo

Una delle questioni più dibattute a Borgomanero da anni riguarda la chiusura del centro al traffico. In realtà la chiusura o meno del centro dipende dalla filosofia che l’amministrazione decide di seguire per lo sviluppo cittadino.

ProBorgo propone una città attiva, rinnovata, desidera ridare a Borgomanero il ruolo di leadership che in questi anni ha un po’ perso, rivitalizzando il commercio e ricreando punti di incontro per i Borgomaneresi che vivono la città ogni giorno.

Per migliorare questi aspetti andrebbero fatti dei cambiamenti. Ci sono delle pratiche attuate già in moltissime città italiane ed estere che funzionano da anni.
1 – dare più spazio ai pedoni per passeggiare o fare le proprie commissioni è un richiamo naturale all’incontro. Un centro partecipato è un centro che attira.
2 – i pedoni possono diventare clienti molto più facilmente passeggiando davanti alla vetrina.
È una cosa che abbiamo sperimentato tutti: quando camminiamo ci guardiamo in giro, quando guidiamo guardiamo la strada, il traffico, cerchiamo di non investire il cane-il bambino-la vecchietta e vogliamo giungere alla meta il prima possibile perchè guidare provoca stress.
3 – organizzare eventi, anche di grande portata, attira turismo.
Servono degli spazi per farlo che portino un ritorno economico diretto anche alle attività commerciali e per far conoscere la città.
Inoltre non dimentichiamoci dell’impegno ambientale che tutte le città sono obbligate da patti internazionali ad attuare per migliorare le condizioni di vita dei cittadini.
4 – creare più luoghi protetti per biciclette e pedoni significa rendere la mobilità più sostenibile ed abbassare notevolmente le emissioni che inquinano il centro città. Un bel biglietto da visita per turismo e per gli altri centri.

Quali sono le conseguenze dirette della creazione di spazi per le persone? L’aggregazione e l’incontro. Possiamo notarlo già ora, quando venerdì, sabato e domenica i corsi sono chiusi. Venerdì pomeriggio, giorno lavorativo, se il tempo permette il centro è pieno. E senza che venga organizzato nulla per attirare la gente, se non dargli la possibilità di portare i figli a prendere un gelato o sedersi nel dehor di un bar a fare aperitivo senza sentire le automobili scorrere a un metro dalla propria sedia.
Un’altra conseguenza diretta comprovata da esempi internazionali come Copenaghen, Torino, Dublino? La rinascita commerciale del centro.

La nostra cittadina di ben 22.000 abitanti (frazioni comprese) possiede al centro una grande piazza incrociata da quattro corsi. Perfetta per creare un fulcro d’incontro sociale e commerciale.
Per ProBorgo, la soluzione si trova lì, nel cuore della nostra cittadina, che ancora qualcuno fuori chiama “paese”. Cambiamo questa visione di Borgomanero, rendiamola un centro aperto alle persone, non alle auto: pedonalizzare il centro significherebbe voltare pagina e crescere come città.

Vogliamo parlare di centri che hanno già attuato questa scelta? L’elenco è lungo, ma scelgo Torino: Torino era il dormitorio della Fiat, non c’era nulla di interessante, era solo traffico ed edifici.
Via Garibaldi era aperta al traffico. Via Garibaldi, per chi non la conoscesse, è un grosso vialone che porta al centro di piazza Castello ed oggi, assieme a via Roma, è considerata la via dello shopping. Ed è la via più frequentata del centro.
Prima di chiuderla il Comune ha dovuto scontrarsi con i commercianti, che erano assolutamente contrari alla pedonalizzazione. Ora avere un negozio in via Garibaldi vuol dire avere una visibilità altissima.

Certo, per Borgomanero dovranno essere presi degli accorgimenti per abituare i cittadini alla “novità”, anche se non penso sarà difficile. Le possibilità sono molte, dal regalare almeno inizialmente il plateatico ai bar, all’organizzazione di eventi, ma sono tutte cose che andranno vagliate assieme ai commercianti e a coloro che vivono in centro.

corsoroma_01

Per quanto riguarda il traffico: possiamo dire che è molto diminuito grazie ai sensi unici imposti dalla precedente amministrazione, semplicemente perchè per molti è diventato più comodo passare da fuori. Perciò, c’è già un’alternativa al passaggio in centro, nel quale, peraltro, le vie laterali resteranno trafficabili.

I parcheggi? Abbiamo fatto una stima di quelli disponibili attualmente nei 4 corsi: 103 posti auto di cui 9 per disabili.
Nelle vie laterali al centro? 216 posti auto di cui 4 per disabili.
Sapete invece quanti posti auto sono presenti nel raggio di 700 metri dal centro (poco più di 8 minuti a piedi il più lontano)? Quasi 3000 posti auto, 811 solo nella zona nord della città. Quasi quanto la dotazione di parcheggi dell’outlet di Vicolungo.
Direi che siamo circondati da parcheggi, che non ho mai visto al completo. Abbiamo proprio bisogno di parcheggiare davanti al panettiere o al tabaccaio? O forse parcheggiare in una via laterale e fare due passi aggiungendo 5 minuti alla propria commissione possono essere un giusto prezzo da pagare per una qualità della vita migliore?

La prima soluzione per comprendere questa scelta è il rendersi conto che Borgomanero, dall’inizio di via Novara, all’Esselunga di Viale Kennedy, misura 2 km. In una città come Torino vivere a 2 km dal centro significa essere fortunati perchè si può uscire a piedi ogni giorno, senza essere legati a mezzi ed automobili. Incredibile quanto cambino le distanze rispetto al contesto, vero?

Vogliamo cambiarlo? Noi crediamo sia possibile fare questo passo coraggioso e scegliere un modo nuovo (per Borgomanero) di agire. Il futuro va in questa direzione, prendiamola prima che sia tardi.

#proviamocinsieme

Per i dettagli tecnici di questa scelta ProBorgo è aperta al dialogo con i cittadini e i commercianti in modo da trovare una soluzione che non ostacoli nessuno: la collaborazione e l’ascolto sono i nostri principi di partenza, per i quali però non metteremo mai in dubbio l’attenzione all’ambiente e al benessere del cittadino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: